U18 maschile: Rugby Napoli Afragola vs Tigri Rugby Bari (36-0)

Buona partita quella di oggi pomeriggio tra l’RNA e le Tigri di Bari. Sei le mete messe a segno.

Partita dura, tosta. Resa ancora più dura da una gestione dei punti d’incontro non proprio ortodossa. Ma si sa, una squadra deve adattarsi alle diverse condizioni che maturano di volta in volta durante lo svolgimento di una partita.

Quando abbiamo giocato a rugby si è visto un gioco arioso e una continuità nel movimento della palla da squadra di categoria superiore.

Note dolenti gli infortuni che ci stanno letteralmente falcidiando. Oggi è toccato al capitano Lorenzo Piciocchi che ha subito un infortunio alla spalla. A Lorenzo un grande in bocca al lupo, lo aspettiamo quanto prima di nuovo in campo.

Prossima partita l’otto marzo, quando affronteremo gli amici dell’Arechi.

U18 maschile: Rugby Napoli Afragola vs Amatori Torre del Greco (32-5)

Partita difficile quella di oggi contro i leoni del Torre del Greco.

Il Torre si è mostrato squadra molto grintosa e capace di imbrigliare l’RNA in un gioco fatto di punti di incontro, ruck e maul .

I nostri ragazzi quando incontrano squadre di questo tipo si adeguano e snaturando le loro caratteristiche accettano il confronto fisico dimenticando tutto quello che proviamo durante la settimana.

Ciò non di meno abbiamo segnato 6 mete mostrando come al solito individualità straordinarie che farebbero la gioia di qualsiasi allenatore se solo provassero a mettersi al servizio della squadra.

Invece spesso si perdono in atteggiamenti gigioneschi che irritano avversari e compagni di squadra.

Appuntamento alla prossima settimana quando ospiteremo al Villaggio del Rugby alle ore 12 le Tigri di Bari.

Paolo Gisonni saluta l'Amatori Napoli: si aprono le porte dell'Accademia Francescato

Il Mattino.it, 11/02/2020, Diego Scarpitti

Nasceva 53 anni fa Ivan Francescato, uno dei più grandi del rugby nostrano, trequarti di Benetton e dell’Italia, prematuramente scomparso nel 1999, al quale la Fir ha voluto dedicare l’Accademia nazionale, istituita nel 2006. Accedervi non è per tutti e rappresenta una tappa centrale del percorso formativo. Soltanto i più «fortunati» ne hanno la possibilità. Dalla sua fondazione ad oggi, infatti, l’Accademia Ivan Francescato ha contribuito a lanciare sul palcoscenico internazionale trentasei degli atleti che l’hanno frequentata.

Da pochi giorni ne fa parte il napoletano Paolo Gisonni. Una soddisfazione enorme per il ragazzo di Posillipo, costretto a salutare, almeno per ora, l’Amatori Napoli Rugby. «E’ solo un arrivederci», assicura il tallonatore, classe 2000. «È stata una notizia del tutto inaspettata, però come si dice: «l’inaspettato è sempre più bello del previsto». Sono molto contento di avere quest’occasione, per mettermi in gioco con ragazzi della mia età e dimostrare quanto valgo», ammette orgoglioso Paolo.

Dall’ombra del Vesuvio a Remendello (Brescia). «Mi gioco una chance per disputare il Mondiale under 20, che si svolgerà a fine giugno. Continuerò a praticare la mia vita da atleta e mi allenerò assiduamente come ho sempre fatto a Napoli», assicura. Incrocia le dita e spera. Ben chiari i sogni da realizzare.

Inscindibile il legame con la sua città. «Lasciare i miei fratelli, la mia famiglia in questo periodo dell’anno non è facile, soprattutto dopo una vittoria di assoluto valore come quella del 26 gennaio (13-10 a Bagnoli contro la capolista del girone 3, Unione Capitolina). Ci tengo a ringraziare di cuore il tecnico verdeblu Lorenzo Fusco e l’assistant coach Luca Varriale, che ogni giorno sul campo ci mettono passione, cuore e tanta voglia: con loro iniziato un percorso volto a migliorare sotto ogni aspetto. La preparazione fisica è stata eccezionale, affidata alla cura del professore Felice di Maio e Francesco di Fraia».

Nuovi orizzonti. «Lieto della nuova avventura, ma con il cuore sempre a Napoli. Lascio una grande squadra, un grande gruppo ed un grande staff. Farò il massimo, per portare in alto il nome dell’Amatori Napoli Rugby». Saluti e ringraziamenti.

Da Sud a Nord, dalla Campania alla Lombardia. «Giocherò il campionato di serie A nel raggruppamento 1 e al termine della regular season sarò subito proiettato al mondiale di categoria. Mi allenerò ogni giorno e vivrò lì per 6 mesi», spiega Gisonni.

Formazione e futuro. «Ho già trascorso un altro anno di Accademia a Benevento e un altro a Roma. Non mi spaventa l’idea di andare lontano da casa, anzi sono felice di intraprendere questa nuova avventura. I miei mi supportano in questa scelta. I miei compagni di squadra sono stati felici della convocazione, complimentandosi. Devo ringraziarli per il sostegno che mi hanno dato in campo e fuori, 30 validi compagni che lottano ogni giorno sul rettangolo verde, ad ogni allenamento e ogni domenica».

Accademia e Università. «Naturalmente non interromperò gli studi e scenderò a Napoli, per sostenere gli esami universitari. Sono iscritto a Biotecnologie biomolecolari ed industriali alla Federico II, in attesa di entrare alla facoltà di medicina». Propositi impegnativi.

Considerazioni. «E’ stato difficile comunicare questa good news a mio padre Pietro, specialista in ecografia clinica e medicina nucleare: mi ha sempre consigliato di privilegiare lo studio. In questo caso, -sarò lontano soltanto un semestre-, papà, appena l’ha saputo, mi ha detto: “vai, divertiti ma ricorda che devi studiare come se stessi a Napoli».

Rugby e studio, palla ovale ed esami, in campo e nella vita per il posillipino Paolo Gisonni.

U18 maschile: Rugby Corato vs Rugby Napoli Afragola (0-64)

Dopo un inizio deconcentrato senza mordente e in surplace la nostra 18 vince contro il Corato 64 a 0.

I padroni di casa resistono agli attacchi blandi della nostra 18 ed il primo tempo termina con il punteggio di 19 a 0.

I nostri ragazzi, fisicamente più allenati e tecnicamente più preparati, una volta prese le misure ottengo un risultato ottimo per il punteggio ma non per il gioco.

Il primo tempo da dimenticare mentre nel secondo, dopo l’incoraggiamento dei tecnici e la carica del capitano, mostrano i muscoli ed alcune giocate tecniche di qualità che portano ad una vittoria netta.

Complimenti al Corato per l’impegno e la serietà con cui ha interpretato la partita fino alla fine, cercando la meta che avrebbero meritato soprattutto nel primo tempo.

Un ringraziamento ai genitori di questa realtà alle porte di Bari, che hanno offerto un ottimo terzo tempo di qualità e quantità.

U14: Amatori Napoli Rugby – Sacro Cuore Pompei – IV Circolo Benevento

Oggi i ragazzi dell’under 14 sono scesi in campo al Villaggio del Rugby per un duplice confronto.


Nel primo incontro la squadra A ha affrontato i pari età del Pompei.

Il grande impegno mostrato dai nostri ragazzi non è stato sufficiente a colmare un evidente gap fisico con gli avversari che, alla fine, hanno prevalso; ma i miglioramenti mostrati in campo, in particolare dai nuovi arrivati, fanno ben sperare per il futuro.


Il secondo incontro ha visto confrontarsi la squadra B e i ragazzi del Quarto Circolo Benevento.

In un match serrato i nostri ragazzi hanno messo in campo grande pressione, attenzione difensiva e buona organizzazione di gioco che hanno consentito di far loro il risultato.


Insomma, una bella giornata di rugby che ci ha consegnato delle conferme sul buon lavoro svolto finora dai ragazzi e dallo staff tecnico.

Alcune immagini della giornata

Minirugby: Concentramento del 08/02/2020 – Benevento

Sabato 8 febbraio, il nostro minirugby si sposta sul campo Pacevecchia, per partecipare ad un raggruppamento organizzato dagli amici del Benevento rugby.

Insieme ai nostri splendidi miniatleti (circa 55 in totale) portiamo un bellissimo e caldo sole che ci accompagna per tutto il pomeriggio.

L’atmosfera è familiare, informale ed allegra, e siamo molto felici di poter rivedere i visi familiari del personale, dei tecnici e dei miniatleti delle altre società campane con i quali, ormai, si è creato un forte rapporto di collaborazione ed amicizia.

Il clima è veramente disteso ed informale. I bambini sono felici, giocano tante partite ma non si tiene conto dei risultati in nessuna categoria.

I piccoli under 6 si confrontano con pari età, giocando bene, divertendosi e mettendo in pratica gli insegnamenti ricevuti. La strada è ancora lunga ma è sicuramente quella giusta!

Ottima prova per i bambini dell’U8 ed eccellente il gioco espresso: buona occupazione dello spazio, passaggi e placcaggi avanzanti con tantissime mete, il tutto condito da sorrisi e divertimento.

Numerosi gli under 10, suddivisi in due squadre, che si battono con la grinta ed il coraggio che li contraddistingue sfidando i loro “avversari” senza mai tirarsi indietro. Belle azioni e grande sostegno. In generale, molti i passi avanti fatti.

Un po’ più dura la prova per i nostri ragazzi della U12 soprattutto a causa delle molte defezioni per l’influenza.

Poco male, è stato comunque un buon banco di prova per gli atleti più nuovi e meno esperti.

Organizzato dagli amici del Benevento, l’ottimo terzo tempo a buffet soddisfa i nostri guerrieri affamati!

A fine giornata, ci rimettiamo in pullman alla volta di casa, stanchi ma con il cuore che esplode per la gioia. I sorrisi, gli abbracci, il suono delle risate, riecheggiano nella nostra mente e nelle nostre orecchie e il ricordo ci fa attendere con trepidazione il prossimo evento programmato in calendario… A presto!!!!

Alcune immagini della giornata

Allenamento Mixed Touch – PapàTouch , Nesis e Bersaglieri Sanniti!

Nella bella cornice del nostro “Villaggio del Rugby”, sabato 1 Febbraio, abbiamo avuto il piacere di conoscere e ospitare, per un allenamento congiunto misto, insieme alle Nesis, gli amici beneventani dei “Bersaglieri Sanniti touch rugby”.

Grande entusiasmo e buona partecipazione per una sessione di allenamento congiunta che ha radunato circa 35 atleti over 40, tra donne e uomini, che seguendo le indicazione tecniche dei coach Patrick Tonnellot – Luca Cuttitta (Nesis) e Simone Montella (papatouch) e le direttive dei più esperti coach sanniti, si sono sfidati a ritmo di tocchi e mete, prima di vedersi in club house per un ricco terzo tempo ed assistere alla match del 6 Nazioni, GALLES v ITALIA.

Esperienza sicuramente più che positiva, che ci porta ad allacciare un rapporto con una realtà geograficamente più vicina, da anni presente nei circuiti di Italia Touch, rappresentando così un punto di partenza per creare sempre più condivisione e confronto. Nel contempo è stato anche un momento formativo che ci ha fatto conoscere e comprendere meglio anche un altro tipo di percorso del Touch Rugby, più impegnativo forse, che è quello che porta avanti ITALIA TOUCH e che si differenzia per regolamento da quello più accessibile promosso da FIR ed a cui siamo ormai più abituati.

Non ci resta che ringranziare tutti, Bersaglieri Sanniti e Massimo Santucci in primis, i coach, le nostre magnifiche Nesis, lo staff della Club House per l’ottimo terzo tempo e darci appuntamento al prossimo allenamento congiunto ed alla prossima tappa di TOUCH!

Abbiamo raccolto le testimonianze di due papàtouch…

il nostro LUCA PICARDI scrive :”Parola chiave: “condivisione”! È stata una giornata perfetta, un altro mattone messo, persone nuove che condividono uno stesso pensiero, bello l’allenamento tutti assieme e belli anche gli ospiti che avevano la voglia di farci capire “le loro regole touch”; insomma se continuiamo così possiamo continuare a crescere e divertirci. PS. Vi voglio bene tutti… categoria …. scegliete voi…. “
MARCO FARINA aggiunge: ” Quella di sabato è stata una esperienza per noi papàtouch altamente formativa, abbiamo infatti avuto la possibilità, grazie ai Bersaglieri Sanniti, di svolgere un allenamento congiunto, dove in primis abbiamo avuto la possibilità di conoscere persone allegre, disponibili e gentili e con loro poi, facendo tesoro dei suggerimenti e consigli, abbiamo preso visione di questa variante del Touch con tutte le sue regole e tecniche più specifiche, come ad esempio overthemark e touchandpass. Tutto ciò grazie al sostegno delle Nesis e la supervisione dei coach Simone, Luca e Patrick. Una giornata davvero fruttuosa. Un saluto e un ringraziamento a tutti e spero che ci siano presto altre circostanze simili, sempre sotto il segno del touch e dello spirito di amicizia e reciproco rispetto. “

Clicca qui per alcune immagini della giornata (credits: Luigi Petrucci)

U16 élite: Rugby Napoli Afragola vs C.L.C. Messina Rugby (31-15)

Oggi è finalmente iniziata la fase a gironi del Campionato Èlite Under 16 – Area 4 che a maggio assegnerà il “Trofeo dei Tre Mari”.

Presso il Villaggio del Rugby il Rugby Napoli Afragola ha incontrato quale avversario la squadra del Messina Rugby, dando vita ad una partita gradevole nella quale entrambe le squadre hanno dimostrato il proprio valore.


L’inizio della fase interregionale del campionato under 16 è iniziata nel migliore dei modi per i nostri ragazzi con una vittoria netta per 31 a 15.

La partita è iniziata con i primi 5 minuti nei quali il Messina ha gestito egregiamente tutte le fasi di gioco e nei quali in particolar modo i nostri avversari hanno mostrato grandi capacità di velocità di ingresso delle
prime linee sul punto di incontro.

Al settimo minuto il Messina ha creato una palese superiorità numerica
sul lato destro facendo inserire nello spazio la propria ala che, riuscendo ad evitare un timido tentativo di francesina, ha realizzato la prima meta della partita, alla quale è seguita una precisa trasformazione.


I nostri ragazzi non si sono demoralizzati ed hanno iniziato ad esprimere maggiore pressione di gioco ed organizzazione di reparti sia in fase di ruck che in fase di mischia, ottenendo al ventesimo del primo tempo la realizzazione di una meta che purtroppo non è stata trasformata.

Da quel momento la fiducia nei propri mezzi è cresciuta ed il primo tempo si è concluso con la realizzazione all’ultimo minuto di una meta trasformata che ha fissato il risultato sul 12 a 7 per il Rugby Napoli.


All’inizio del secondo tempo il Messina, sfruttando un fallo commesso dalle nostre prime linee in ruck sulla linea dei 22, ha calciato tra i pali trasformando i 3 punti della punizione.

Da quel momento i nostri ragazzi hanno cominciato a dominare tutte le fasi del gioco e ciò ha consentito la realizzazione di altre tre mete, tutte di pregevole fattura di cui due trasformate, portando il punteggio sul 31 a 10.

Allo scadere del tempo il Messina con una impennata di orgoglio ha realizzato una meta che ha cristallizzato il punteggio sul 31 a 15 finale.


La giornata si è poi conclusa con un ottimo terzo tempo, favorito dal clima mite che ha consentito agli atleti di mangiare all’aperto nello spazio antistante la Club House.

Di seguito un ampio racconto fotografico

U14 maschile: A.P. Partenope Rugby vs Amatori Napoli Rugby

Ieri pomeriggio le 2 Squadre under 14 Amatori Napoli sono state impegnate con le 2 squadre della Partenope Rugby presso lo stadio militare Albricci.


Causa influenza stagionale abbiamo avuto numerose defezioni tanto da poter schierare,nella seconda
partita,solo 8 ragazzi….


Il pomeriggio è stato per i nostri ragazzi parecchio deludente…Preoccupati, spaesati,intimoriti. Al di là della sconfitta, che ben poco conta nel nostro sport, quello che saltava agli occhi era un grosso senso di sfiducia dei ragazzi verso se stessi e i propri compagni.


Tanto lavoro da fare,soprattutto sul piano umano e caratteriale e un bel po’di cose da rivedere.


Forza Ragazzi…Forza Amatori!!!!

Qualche immagine della giornata negli scatti di Stefania De Rosa

U18 maschile: Rugby Napoli Afragola vs Rugby Clan S.M.C.V. (79-7)

Domenica scorsa si è disputata la prima giornata del girone di ritorno del campionato regionale U18. Si sono affrontate al Villaggio del Rugby l’RNA e il SMCV.
I nostri ragazzi negli ultimi tempi sono stati falcidiati da infortuni di gioco e malanni di stagione. Domenica a fare la conta mancava un intero 15.
Ciò non di meno chi è sceso in campo ha onorato la maglia portando a casa un risultato positivo , ampio nelle proporzioni così come nel gioco espresso. Dopo la iniziale meta dei volenterosi sammaritani una sorta di “metà di benvenuto” che oramai si ripete in quasi tutte le partite , l’ RNA prendeva in mano le redini dell’incontro mettendo a segno una serie di mete , alcune di pregevole fattura. Complimenti quindi a tutti , giocatori , tecnici e avversari. Il campionato si ferma per la sosta del Sei Nazioni. Si riprenderà il nove febbraio con il match in trasferta con il Corato.