Categoria: U18

Rugby Napoli Afragola
Franchigia Amatori Napoli Rugby – Afragola Rugby

Contatti
Segreteria 081 1933 1968

Orari degli allenamenti:
Martedì ore 18:30
Mercoledì e Giovedì ore 19:00
Venerdì ore 18:30

Allenatori:
Daniel Bianco, Alessandro Quarto, Francesco Romano

Dirigenti:
Renato Antonelli, Matteo Francillo

Atleti:
Andrea Battaglia, Matteo Pasquale Belfiore, Filippo Buongiorno, Domenico Capoluongo, Francesco Capoluongo, Raffaele D’Orazio, Samuele Di Criscito, Alessio Di Fusco, Francesco Di Giovanni, Andrea Di Lauro, Alessandro Esposito, Luigi Esposito, Vincenzo Esposito, Andrea Festa, Gabriele Foggiano, Mattia Gallo, Valentino Grassi, Adriano Longo, Francesco Pio Mattozzi, Manuel Pagnotta, Lorenzo Piciocchi, Patrizio Russo, Francesco Terrin, Antimo Vollero.

News U18 Elite

U18 maschile: Rugby Clan S.M.C.V. vs Rugby Napoli Afragola (7-51)

Ottima prestazione dei ragazzi della under 18 che nella prima di campionato regionale vincono fuori casa con il Clan di Santa Maria Capua Vetere.

Nonostante la richiesta di massima concentrazione e di non sottovalutare gli avversari, fatta dal capitano Belfiore e dagli allenatori durante il pre partita, i ragazzi partono confusi e deconcentrati.

Ma dopo 10 minuti arriva la prima meta sviluppatasi da una touche che termina con il carrettino della mischia in meta.

Gli avversari non si lasciano intimorire e dopo qualche minuto intercettano una palla, mal giocata dai ns tre quarti e vanno in meta.

A questo punto la partita cambia aspetto e diventa a senso unico, i ragazzi napoletani diventano padroni nel campo mettono in pratica alcune giocate provate in allenamento e vanno in metà per ben 9 volte.

L’allenatore effettua tutte le sostituzioni possibili dando spazio agli atleti in panchina e provando le diverse soluzioni possibili.

Merito ai ragazzi che grazie al lavoro atletico fatto in questi mesi hanno tenuto alto il ritmo fino alla fine.

U18 Rugby Napoli Afragola vs Frascati Rugby Club (20-17)

Vincere non è stato sufficiente. Difficile dire che sia stato ‘inutile’, ma certo, quest’anno nel campionato élite giocheranno i ragazzi di Frascati che a Bagnoli riescono a difendere il vantaggio conseguito tra le mura amiche, utile a neutralizzare la vittoria che il RNA U18 conquista con (amaro) merito sul campo di casa.

Così come sarebbe inutile avventurarsi su impervi percorsi consolatori di fronte alle lacrime degli sconfitti, altrettanto lo sarebbe analizzare ciò che è accaduto ora che è già diventato ‘storia’. Quel che è sicuro è che oggi in campo si sono visti determinazione, coraggio, unità. Un patrimonio da investire nel futuro di questi ragazzi e i dividendi serviranno per riscattare gli errori passati, presenti e futuri. Alla fine, ne siamo certi, il bilancio sarà positivo.


La comprensibile e giustificata delusione che segna il dopo partita e che, per un po’ accompagnerà i nostri giovani atleti e tutti i loro sostenitori, trasformata in voglia di riscatto, dovrà essere il carburante che alimenta la ripartenza.


Lo scenario che attende la U18 non è dunque quello sfavillante e adrenalinico del campionato élite, bensì quello regionale, dove può anche capitare di smarrire gli stimoli, ma dove si impara, forse, a guardare più lontano. Ritornare in élite seguendo il percorso lungo, frammentato e tortuoso che passa per il campionato regionale e poi per la fase interregionale richiede a tutti – giocatori, tecnici, dirigenti – un esercizio di lungimiranza. Sarà necessario tenere alta la concentrazione, dare forza alle motivazioni, garantire la maggiore crescita possibile nelle condizioni date.


Una sfida diversa, apparentemente meno entusiasmante di altre, ma potenzialmente molto formativa. Non è certo possibile ignorare la perdita di chances che deriva dalla mancata qualificazione, ma sarebbe delittuoso utilizzarla come alibi per un disimpegno anche parziale. Ricostruire, progettare il futuro, riuscire a vedere quel che ancora deve venire è impresa molto più difficile che consumare l’esistente. Abbiamo bisogno di animi saldi, menti lucide e muscoli allenati e oggi abbiamo saputo di averli.

U18: Frascati Rugby Club 2015 vs Rugby Napoli Afragola (27-19)

Quando il gioco si fa duro…vuol dire che stai giocando uno spareggio per l’accesso all’elìte.

,
Sul difficile campo di Frascati, contrapposta ad avversari solidi e determinati, la U18 esce sconfitta ma lascia aperto il discorso qualificazione, che vedrà il suo atto finale svolgersi domenica prossima a Napoli.


Servirà però trovare tutte le energie fisiche e mentali a disposizione per ribaltare questo risultato provvisorio. E soprattutto sarà necessario evitare i cali di tensione e le amnesie difensive che hanno consentito ad avversari organizzati e ben disposti in campo di sfruttare al meglio le occasioni che hanno saputo crearsi, conseguendo alla fine il massimo risultato.


Tra le mura di casa il Frascati, pur sempre avanti nel punteggio, è stato tuttavia costantemente ‘a un passo’ e sarebbe bastato poco ai ragazzi del RNA per mettere la testa avanti. Quel che è mancato oggi bisognerà quindi metterlo in campo nella partita di ritorno. Sarà soprattutto necessario non concedere tanta strada facile agli avversari, migliorando, di molto, il numero e l’efficacia dei placcaggi. I riscontri provenienti dai numerosi esordienti nella categoria sono stati tutto sommato positivi e i più esperti hanno giocato con personalità.

Non c’è dunque ragione perché non si debba credere possibile una totale inversione, non tanto dei rapporti di forza (complessivamente equilibrati), quanto degli esiti di questo doppio confronto.


Tutti i nostri giovani atleti sono consapevoli del valore della posta in gioco, ne avvertono certamente la responsabilità ma non devono sentirne il ‘peso’. Di quel peso, se necessario, saprà farsi carico il pubblico di tifosi che affollerà gli spalti del Villaggio domenica prossima, lasciando i ragazzi liberi di giocare.

Montpellier Herault Rugby al Villaggio del Rugby

Dal 25 al 28 febraio 2019 il direttore tecnico del Centro di Alta Performance del Montpellier Herault Rugby (MHR) sarà, insieme a due allenatori, a nostra disposizione per uno stage di 4 giorni dedicato alle squadre B e U18. Ci sarà anche un momento per la scuola di rugby dalla U6 alla U14.

Vice campione di Francia nel 2018, il club fa parte oggi dei gandi club francesi ed europei e, soprattutto, il suo centro di formazione è un vero punto di riferimento. Sono stati formati al MHR, tra gli altri, giocatori come Francois TRINH DUC, Fulgence OUEDRAOGO o Louis PICAMOLES.

E’ un gran passo per l’Amatori verso una collaborazione con un grande club professionista del TOP 14. Abbiamo molto da apprendere da loro e certamente ci aiuterà a crescere verso l’eccellenza.

U18: IVPC Benevento vs Rugby Napoli Afragola (14-5)

Il girone di ritorno del campionato U18 élite per i ragazzi del Rugby Napoli Afragola inizia così come era terminato quello di andata, con una sconfitta.

Il risultato negativo patito in casa del IVPC Benevento (14-5) è il frutto di una prova incolore dei napoletani a fronte dei padroni di casa che, pur in emergenza di uomini, hanno messo in campo maggiore voglia di vincere.

La partita infatti, se non nell’ultimo quarto, è stata caratterizzata da una costante iniziativa dei beneventani che, pur non fruttando segnature pesanti o particolari pericoli per una buona difesa degli ospiti, tuttavia consentiva di trasformare due calci di punizione fissando sul 6-0 il risultato del primo parziale.

Ad inizio ripresa un altro calcio allungava il punteggio sul 9-0.

Solo allora i ragazzi del RNA hanno reagito assumendo l’iniziativa del gioco, alzando il ritmo e segnando una meta al termine di un’azione ben costruita.

Nel momento migliore per i napoletani, che con un po’ di lucidità avrebbero potuto segnare ancora, è arrivata la meta dei padroni di casa su un errore dei ragazzi del RNA nei propri 22.

Dal punto di vista della classifica le squadre si sono scambiate gli ultimi due posti, senza peraltro mutare molto la sostanza della loro situazione, che impone ad entrambe un girone di ritorno arrembante se vogliono centrare l’obiettivo della permanenza nel campionato élite.

Per quanto visto in campo ce la possono fare!

U18 : CUS Catania vs Rugby Napoli Afragola (34-19)

Il girone di andata del campionato U18 élite si conclude con una sconfitta per i ragazzi del Rugby Napoli Afragola. Ospiti del CUS Catania, i napoletani hanno subito 34 punti segnandone 19.

Va subito detto che la squadra siciliana è una formazione di tutto rispetto, sia dal punto di vista fisico-atletico che da quello della competenza di gioco, e i punti in classifica lo certificano.

Nonostante ciò il Rugby Napoli Afragola, che pure ha segnato tre mete (tutte di pregevole fattura), avrebbe potuto fare meglio, magari conquistando un punto di bonus difensivo e/o quello per numero di mete segnate.

I ragazzi campani, pur in complessivo ed evidente progresso rispetto agli esordi di campionato, tuttavia hanno fatto registrare un piccolo passo indietro rispetto a quella determinazione ed aggressività che aveva caratterizzato la prova contro la Capitolina.

Ma nulla è perduto!

Anzi, nonostante tutto cresce la consapevolezza e la fiducia in un girone di ritorno in cui si raccoglieranno i frutti del grande lavoro svolto sin qui, forse non premiato abbastanza nei risultati sportivi, ma che ha portato alla costituzione di un gruppo coeso ed importante di giocatori che potrà fare ottime cose, sia nella parte finale di questa stagione, sia ancor più in prospettiva futura.

U18: Rugby Amatori Napoli vs Unione Rugby Capitolina (11-31)

Diciamolo subito: grande prova di gioco e carattere dei ragazzi del RNA oggi al Villaggio del Rugby, in occasione dell’ottava giornata del girone d’andata del campionato nazionale U18 élite.

Opposti alla prima della classe, quell’Unione Rugby Capitolina che anche quest’anno si presenta sui campi da gioco da vicecampione d’Italia, i napoletani hanno espresso forse il miglior gioco visto sin qui, senza timori reverenziali.

Sin dalle prime battute i padroni di casa hanno messo sotto costante pressione i forti ospiti, tanto da indurli in una serie di errori tecnici per loro inusuali, e portandosi in vantaggio con una meta di ottima fattura finalizzata dall’ala Francesco Terrin.

Dopo aver subito la prevedibile reazione e la meta della Capitolina, i verdeblu non hanno perso la lucidità ed hanno continuato a giocare nella metà campo avversaria conquistando, dopo innumerevoli fasi, un calcio di punizione che, trasformato da Adrien Tonellot, ha consentito di chiudere il primo tempo in vantaggio.

Alla ripresa del gioco i romani sono andati subito in meta per due volte, mentre i napoletani hanno risposto con un altro calcio di punizione frutto di un tambureggiante attacco che con un po’ di pazienza in più avrebbe potuto portare al bottino pieno.

Nella seconda metà della ripresa, un po’ per un calo fisico,un po’ per la perdita di concentrazione dovuta ad un lungo periodo d’interruzione a causa di un infortunio alla spalla subito da Adrien Tonellot (auguri Adrien!), il punteggio a favore degli ospiti si è fatto più consistente, frutto anche di pregevoli iniziative individuali di alcuni giocatori capitolini cui certo non mancano risorse fisiche e tecniche.

L’incontro si chiude con un 11-31 che non testimonia appieno dell’equilibrio riscontrato in campo per lunghi tratti della partita e che ci consente di dire, mai come questa volta : “non ci hanno sconfitti, hanno solo segnato più punti di noi”.

Tutti soddisfatti dunque per la bella prova di carattere che, se da una parte aumenta il rimpianto per le precedenti partite, dall’altra fornisce consapevolezza di poter affrontare alla pari qualsiasi avversario.

U18: Roma Legio Invicta XV vs Rugby Napoli Afragola (86-5)

Non basta la superiorità degli avversari (bravi davvero!) per spiegare il passivo così pesante (86-5) subito dai ragazzi del RNA da parte dei padroni di casa della Roma Legio Invicta XV. Ai napoletani è sicuramente mancata l’aggressività,  unico elemento che avrebbe potuto contrastate lo strapotere dei romani, e che i nostri hanno mostrato solo in qualche giocatore e solo in rari sprazzi di gioco. Non è mancato invece il consueto coraggio nel giocare la partita sino in fondo, al di là del risultato. Ma aggressività e determinazione sono componenti essenziali di questo gioco, e dovranno essere recuperate al più presto perché Domenica ospitetemo la Capitolina.

U18: Rugby Napoli Afragola vs Avezzano Rugby (26-26)

I ragazzi del Rugby Napoli Afragola finalmente muovono la classifica segnando quattro mete, e subendone altrettante, agli avversari di giornata, l’Avezzano Rugby, per un salomonico pareggio finale di 26 a 26.

Avrebbe potuto essere vittoria piena: due mete non realizzate per “in avanti” al momento di schiacciare l’ovale a terra, un’altra iniziativa esauritasi a pochi centimetri dalla linea di meta, la mancata trasformazione delle quattro segnate (a dire il vero tutte da posizioni difficili) hanno impedito di conquistare i 5 punti scavalcando in classifica proprio gli Abruzzesi.

Questa volta gli avanti napoletani hanno fornito una prestazione opaca, a differenza dei ¾ che finalmente hanno iniziato a mettere in pratica, sebbene a sprazzi, il gioco arioso da tanto tempo inseguito.

Con il risultato del Benevento che ha battuto il CUS Catania, la classifica si compatta nella zona bassa, mentre al vertice le prime della classe viaggiano ad un’altra velocità (anche se la Legio Invicta è stata sconfitta proprio dalla Capitolina per 40-14).

E proprio quest’ultime saranno le prossime avversarie dei ragazzi napoletani, rispettivamente domenica 9 Dicembre la Legio Invicta fuori casa, per poi ospitare la Capitolina il 16

U18: Lazio 1927 vs Rugby Napoli Afragola (48-7)

C’è poco da dire su una partita che termina con il punteggio di 48-7. Anzi no, qualcosa da rilevare c’è senz’altro.

In una giornata da allerta meteo i ragazzi del RNA hanno affrontato una delle migliori della classe, la Lazio 1927.
Non era certo questa l’occasione per muovere la classifica, ma i nostri ragazzi ci hanno provato in tutte le maniere, con coraggio e abnegazione, non dandosi mai per vinti di fronte ad un avversario che, al momento, appare di un’altra categoria.

Struttura fisica, preparazione atletica e competenza in tutti i suoi atleti fanno della Lazio 1927 una delle migliori squadre di questo campionato e, forse, anche delle ultime edizioni. A loro i nostri sinceri complimenti: a loro guarderemo nel nostro lavoro per continuare nel percorso di crescita.

Di fronte allo strapotere degli avversari i napoletani non hanno mai abbassato la testa, e anche quando il largo svantaggio poteva indurre allo scoramento, hanno continuato a giocare al meglio delle loro possibilità di giornata, marcando anche una meta di buona fattura.

Se ci aspettavamo una risposta dai singoli atleti e dalla squadra nel suo insieme dopo la prova casalinga incolore contro Il Rugby Roma, ebbene questa risposta c’è stata, ed è stata convincente.